Che cosa significano le variabili?

August 7

Che cosa significano le variabili?


Le variabili forniscono programmatori con un nome che assegna memoria per i calcoli. Le variabili definite in un linguaggio di programmazione sono specifiche per il tipo di dati, quindi i programmatori sono costretti a creare diverse variabili che hanno il tipo di dati utilizzato per l'uscita visto dagli utenti.

Importanza

Quando si avvia un programma, il sistema operativo alloca indirizzi di memoria per le variabili e calcoli utilizzati nell'applicazione. Le variabili effettuate in un programma istruire il sistema operativo riguardante quanto è necessario memoria per i dati nell'applicazione. Se la memoria non è correttamente allocato, l'applicazione va in crash il sistema.

tipi

I tipi di dati definiscono il tipo di variabile. Per esempio, se il programmatore vuole per creare un pacchetto di finanza e ha bisogno di salvare i valori del dollaro, il tipo di dati deve riflettere i valori decimali. Se il programmatore definisce un numero intero, il numero deve essere intero. Pertanto, è importante che il programmatore definisce il tipo di variabile per ciascun numero usato nei calcoli. Il nome del tipo di dati dipende dal compilatore, ma i nomi più comuni per i tipi di dati sono reali, integer, string, char e la data.

Identificazione

Durante la lettura del codice, il programmatore può eseguire la scansione del file per trovare le variabili. Le variabili sono facili da identificare, perché sono normalmente all'inizio di ogni funzione nell'applicazione. Una tipica definizione della variabile C è il seguente:

int myInt = 0
ANDARE

La \ "int \" indica un valore intero per il sistema operativo. Il \ "myInt \" è il nome della variabile, ed il \ "0 \" è il valore di inizializzazione. Alcuni compilatori come C richiedono il programmatore per impostare un valore al momento di definire le variabili.

considerazioni

Anche se il programmatore definisce una variabile come un certo tipo, il compilatore permette conversioni dei tipi di dati. Il tipo di dati non deve essere costante durante l'intero codice dell'applicazione. Se gli sviluppatori hanno bisogno di convertire un valore intero in una stringa, il compilatore ha funzioni interne che consentono il cambio del tipo di dati. Questo fornisce agli sviluppatori una maggiore flessibilità con le variabili del software.

avvertimento

Alcuni compilatori come Visual Basic permettono ai programmatori di utilizzare le variabili senza prima definire. Il sistema operativo alloca grandi quantità di spazio di memoria per questo tipo di tecnica. Programmazione standard richiede ai programmatori di definire e inizializzare le variabili, anche con i compilatori che non lo richiedono per ottimizzare l'applicazione.