Gli effetti della globalizzazione sui russi Computer hacker

June 5

Gli effetti della globalizzazione sui russi Computer hacker


Dalla fine del 20 ° secolo, diverse economie del mondo sono diventati più interconnessi e interdipendenti come conseguenza della creazione di zone multinazionali economiche, come l'Unione europea, ei trattati di libero scambio regionali, come l'accordo NAFTA tra Canada, Messico e Stati Uniti Questa tendenza di unificare sistemi economici una volta separati è nota come globalizzazione. La creazione di Internet è stato anche un fattore di globalizzazione, che a sua volta è diventata una calamita per gli hacker russi, alcuni dei quali vedono Internet come una superstrada per crimine informatico.

La globalizzazione e di Internet

Gli effetti della globalizzazione sui russi Computer hacker

La scomparsa di stato di polizia opprimente dell'Unione Sovietica ha dato origine a mafiosi e hacker russi.

La globalizzazione, che è l'integrazione sistematica delle diverse economie in un ordine economico mondiale senza soluzione di continuità, offre numerosi vantaggi alle nazioni e alle imprese con la riduzione delle barriere commerciali e apertura di nuovi mercati sia per i venditori e consumatori, ma crea anche un ambiente ricco di obiettivi per tecnicamente criminali abili. Internet, che ha reso il mondo più socialmente interconnesso nel corso degli ultimi decenni, ha contribuito sia inaugurare un ritmo più veloce della globalizzazione e servito come un condotto per gli hacker, inclusi quelli connessi con anelli di cyber-criminali russi.

Gli hacker: Geeks o criminali?

Gli hacker sono spesso raffigurati in media popolari come i giovani maschi con competenze informatiche molto avanzate che possono superare qualsiasi firewall o altre misure di sicurezza informatica soprattutto per la sfida di farlo, senza avere alcuna motivazione criminale. Mentre alcuni hacker, compresi quelli in Russia, si adattano allo stereotipo disadattato innocua, molti sono impegnati in attività di cyber-criminale progettati per rubare miliardi di dollari da parte delle imprese e gli individui in altri paesi, compresi gli Stati Uniti

La minaccia da Oriente

crollo dell'Unione Sovietica nel 1991 e l'allentamento del regime storicamente opprimente della Russia ha coinciso con l'improvvisa comparsa di anelli di crimine organizzato, la crescente dipendenza dalle computer in quasi ogni aspetto del commercio e della comunicazione, e il ritmo più veloce della globalizzazione. Migliaia di giovani russi con competenze informatiche sono assunti per Russo organizzazioni criminali di penetrare le reti informatiche di grandi banche e multinazionali per rubare informazioni finanziarie sensibili e enormi quantità di denaro. Alcuni hacker russi creano anche siti per ingannare gli utenti di Internet a dare il loro informazioni personali e password online phishing. Alcuni sono anche responsabili per l'esistenza di programmi malware progettati per trasformare i singoli personal computer in mittenti di spam.

Gli hacker russi: Da Cybercrime a Cyberguerra

Anche se la guerra fredda si è conclusa nel 1989 e negli Stati Uniti e la Russia hanno riavviato la loro relazione diplomatica volta-antagonisti, gli hacker nelle ex network americani computer di destinazione Unione Sovietica su base regolare. La maggior parte degli hacker attualmente rompono in servizi finanziari e server sicuri delle banche, ma molti sono intromessa nei sistemi informatici del Dipartimento della Difesa. La crescente dipendenza da computer per eseguire tutto, dalle reti elettriche alle transazioni commerciali rende Internet un bersaglio allettante per i governi stranieri ostili e le organizzazioni terroristiche che potrebbero assumere hacker russi per infettare reti mirati da malware, eseguire attacchi di tipo denial-of-accesso sui siti web, rubare informazioni riservate o addirittura chiudere i servizi vitali per interrompere le reti elettriche e sistemi di trasporto.


Articoli Correlati