Come sfruttare la cache del browser in WordPress

February 24

Come sfruttare la cache del browser in WordPress


Buoni siti web caricare rapidamente; siti più lenti guideranno gli utenti via. Un recente studio di Google ha dimostrato che rallentare la pagina dei risultati di ricerca da un minimo di 100 millisecondi per determinati utenti (che è un decimo di secondo) ha comportato una riduzione misurabile in futuro utilizzo del sito. Velocizza il tuo sito WordPress utilizzando il caching del browser e mantenere i visitatori del sito web felice.

Definizione

caching del browser si riferisce ad un metodo in cui alcune parti di una pagina Web vengono memorizzati dal browser Web del visitatore. Questo permette al browser di recuperare questi elementi del sito in un secondo momento e accelererà il caricamento pagina in visite successive. Dopo aver memorizzato gli elementi della pagina la prima volta che una pagina Web visitatore carica una pagina, nelle visite successive del browser Web chiede se il file è stato modificato prima di scaricarlo di nuovo. Se non ci sono cambiamenti, l'elemento di pagina memorizzata nella cache è caricata.

SEO

Sfruttando la memorizzazione nella cache del browser può causare più alto ranking nei risultati di ricerca. Google utilizza i tempi di caricamento della pagina per determinare dove posizionare una pagina Web nei risultati di ricerca: questa prima iniziata nel 2010. L'azienda dice che la sua ricerca ha dimostrato che gli utenti disposti un'alta priorità sulla velocità del sito. Le persone hanno trascorso meno tempo su un sito di caricamento lento in media, che Google, a sua volta interpreta come meno interesse (e pertinenza) alla loro ricerca.

plugin

Il modo migliore per sfruttare la cache del browser (e di altri metodi di caching, troppo) è quello di installare un plugin di caching sul vostro sito WordPress. Il più popolare di questi plugin è W3 Total Cache. plugin di caching offrono maggiore controllo su ciò che le parti del sito che si desidera che il browser per memorizzare nella cache e come si vorrebbe elementi memorizzati nella cache. Ad esempio, è possibile istruire la vostra installazione di WordPress per comprimere gli elementi del sito basati su testo prima di inviarli al browser Web. Ciò comporta una ulteriore riduzione dei tempi di caricamento sito.

Andare avanti

Se si desidera velocizzare il tuo sito ancora di più, prendere in considerazione le opzioni di fuori al di là di caching del browser. Alcuni siti utilizzano una rete di distribuzione di contenuti (CDN), che memorizza elementi multimediali nel cloud per la consegna al cliente finale. Quando si riceve una richiesta, viene indirizzato al server più vicino con i contenuti disponibili e il browser scarica gli elementi multimediali da quella posizione. CDN utilizzano il caching, troppo, che accelera ulteriormente il caricamento della pagina. Diversi servizi CDN sono disponibili (link in Risorse).


Articoli Correlati