La storia del VI Editor

August 1

L'editor vi - abbreviazione di "editor visuale" - è un editor di testo editor di serie su sistemi Unix e Linux. Il VI originale è stato sviluppato da Bill Joy, che è andato a diventare un co-fondatore di Sun Microsystems, durante il suo tempo come uno studente laureato presso l'Università della California a Berkeley alla fine del 1970. Vi e sue varianti, o cloni, sono ancora in uso, oltre 30 anni dopo.

Sviluppo

Contrariamente a un mito duraturo, Gioia non ha scritto VI in un solo fine settimana. Secondo Joy se stesso in una intervista a "Linux Magazine," scrittura vi ha richiesto molto tempo. Joy stava tentando di rendere il lavoro vi più di 300 baud, o 300 bit al secondo, connessione modem dial-up, che era appena abbastanza veloce per un editor di schermo, in primo luogo.

Evoluzione

Frustrato con l'editor che stava usando a Berkeley, chiamato "Ed," Joy acquisito il codice di programma per un editor chiamato "em" da George Coulouris al Queen Mary College, University of London. Em rimase, eufemisticamente, per "redattore per i mortali", dal momento che solo gli immortali potevano apparentemente fare qualcosa di utile con Ed. Gioia ed i suoi colleghi em modificati per produrre versioni successive denominate "en" e "ex" e, secondo Gioia, rimase molte notti per un paio di mesi di scrivere VI.

terminali

Bill Joy ha sviluppato VI nel momento in cui gli utenti di computer hanno lavorato su terminali collegati, tramite linee seriali, a minicomputer centrali. La versione originale di vi teneva informazioni di controllo del terminale in un database basato su testo, che è stato gestito da una libreria chiamata "termcap". System V ha introdotto un database binario sostanzialmente equivalente e una libreria chiamata "terminfo" nei primi anni 1980, che ha permesso agli utenti di impostare una variabile d'ambiente denominata "TERM" per dire che vi tipo di terminale che stavano usando. I moderni emulatori di terminale operano in un ambiente grafico e, quasi sempre, impostare la variabile TERM senza alcun intervento da parte dell'utente.

Vi cloni

Vi rimane un editor molto popolare, tanto che diversi cloni sono liberamente disponibili. I cloni sono stati scritti perché il codice sorgente per il VI non era liberamente disponibile, o perché il VI originale non includono alcune caratteristiche. Vim - "vi migliorato" - è il clone vi più utilizzato e include il supporto terminale grafico, il colore e altre caratteristiche essenziali ai moderni editor di testo. In realtà, vim è così ampiamente usato che, per molti utenti Unix e Linux, Vim e Vi sono diventati sinonimi.


Articoli Correlati