java iterare oggetti json

Come convertire ColdFusion oggetti a JSON

November 22

La funzione di conversione SerializeJSON ColdFusion converte i dati ColdFusion in un JavaScript Object Notation (JSON) rappresentazione dei dati. La conversione restituisce una stringa contenente il valore JSON. La funzione SerializeJSON si sono resi disponibili in Adobe ColdFusion 8.0 ed esiste in tutte le edizioni successive. Padroneggiare la funzione SerializeJSON aiuterà lo sviluppatore di integrare il quadro lato client ExtJS con le risposte ColdFusion JSON. Imparare le basi della formattazione di oggetti JSON Row-based aiuterà con l'integrazione con PHP, Java e altri linguaggi.

istruzione

1 Creare un ambiente di alimentazione pulito. Se si inizia da zero, aggiungere le seguenti due righe alla parte superiore del codice:

Per eliminare lo spazio bianco:

<Cfprocessingdirective suppresswhitespace = "yes">

Per interrompere il debug:

<Cfsetting showdebugoutput = "no">

Creare il feed come una funzione JavaScript:

<Tipo cfcontent = "application / x-javascript">

2 Creare la query. Una molto semplice query cliente può essere simile al seguente:

<Cfscript>
customerQuery = QueryNew ( "Nome, Cognome, CustomerCity");
QueryAddRow (customerQuery, 2);
customerSales = StructNew ();
customerSales.High = 1000;
customerSales.Low = 1;
customerSales.Membership = "Sì";
customerArray = ArrayNew (1);
for (i = 1; i <= 4; i ++) customerArray [1] = customerSales;
querySetCell (customerQuery, "Nome", "Todd", 1);
querySetCell (customerQuery, "Cognome", "Walker", 1);
querySetCell (customerQuery, "CustomerCity", "Tulsa", 1);
querySetCell (customerQuery, "Nome", "Andrea", 2);
querySetCell (customerQuery, "Cognome", "Hanson", 2);
querySetCell (customerQuery, "CustomerCity", "Seattle", 2);
</ Cfscript>
</ Cfprocessingdirective>

3 Aggiungere il codice che converte la query ColdFusion in JSON. Il codice aggiunto viene inserito dopo l'ultima istruzione querySetCell. Aggiungere le seguenti righe:

convJSON = SerializeJSON (customerQuery);
writeOutput ( "onLoad (& convJSON &);

4 Verificare che tutto il codice è stato inserito correttamente. L'intero script dovrebbe apparire come segue:

<Cfprocessingdirective suppresswhitespace = "yes">
<Cfsetting showdebugoutput = "no">
<Tipo cfcontent = "application / x-javascript">
<Cfscript>
customerQuery = QueryNew ( "Nome, Cognome, CustomerCity");
QueryAddRow (customerQuery, 2);
customerSales = StructNew ();
customerSales.High = 1000;
customerSales.Low = 1;
customerSales.Membership = "Sì";
customerArray = ArrayNew (1);
for (i = 1; i <= 4; i ++) customerArray [1] = customerSales;
querySetCell (customerQuery, "Nome", "Todd", 1);
querySetCell (customerQuery, "Cognome", "Walker", 1);
querySetCell (customerQuery, "CustomerCity", "Tulsa", 1);
querySetCell (customerQuery, "Nome", "Andrea", 2);
querySetCell (customerQuery, "Cognome", "Hanson", 2);
querySetCell (customerQuery, "CustomerCity", "Seattle", 2);
convJSON = SerializeJSON (customerQuery);
writeOutput ( "onLoad (& convJSON &);
</ Cfscript>
</ Cfprocessingdirective>

5 Compilare il codice per verificare che funzioni correttamente.

Limitazioni della discussione in Java

March 23

Limitazioni della discussione in Java


Un programma Java che può fare solo una cosa alla volta ha dei limiti significativi nella complessità dei compiti che il programmatore può chiedere di eseguire. Per consentire ai programmi di eseguire più operazioni in una sola volta, i programmatori Java possono creare nuovi processi di un'istanza thread. Nonostante la loro utilità e la necessità di applicazioni complesse, le discussioni non sono senza limitazioni.

discussioni

programmatori Java creano le discussioni da una classe che implementa l'interfaccia "Runnable". I fili agiscono come programmi all'interno dei programmi, perché devono includere il "run ()" metodo, che si comporta come il "main () public static void" nella classe del programma principale. Il programmatore avvia un thread con la creazione di una nuova istanza dell'oggetto, e quindi chiamando il suo metodo "run". Una volta che le discussioni iniziano a correre, si può accedere alle variabili e chiamare i metodi di altri oggetti.

Limitazioni delle prestazioni

Ogni filo che un programma Java crea aggiunge un onere Inoltre sul processore del computer. Se un programma Java genera più thread intensivo del processore, la macchina su cui il programma opera può rallentare in modo significativo. Questo riduce le prestazioni del programma. Oltre alla ottimizzazione delle prestazioni, ogni processore ha un numero massimo di thread di programma per il quale è in grado di programmare il tempo di elaborazione. Questo numero varia da sistema a sistema, ed è disponibile nella sua documentazione.

errori variabili

Quando un programma è costituito da un unico filo, il metodo "public static void main ()", l'integrità dei dati delle variabili di programma non è un problema. Quando un programma ha più thread accedere e modificare le stesse variabili, una variabile può essere modificata da un thread diverso. Il cambiamento si verifica tra il momento in cui l'altro filo accede il valore della variabile e il tempo modifica quella variabile. Quando le discussioni sono funzioni eseguendo su variabili che dipendono valore iniziale della variabile, questo può portare alla corruzione dei dati.

serrature

Per evitare il danneggiamento dei dati, libreria standard di Java include oggetti chiamati "blocca". Quando un thread accede a una variabile con l'intenzione di modificarlo, il filo può chiamare un metodo di blocco che impedisce altri thread di accedere alla variabile finché il thread corrente è fatto con esso. Dopo il thread rilascia il suo blocco, il filo successivo può bloccare la variabile. Anche se questo impedisce il danneggiamento dei dati, rallenta le prestazioni delle applicazioni.

Come confrontare carattere Ignora casi in Java

May 12

Nel linguaggio di programmazione Java, gli oggetti delle sequenze negozio classe String predefiniti di personaggi come il nome o la descrizione di un elemento. A volte un programma ha bisogno di controllare se due stringhe sono uguali caso carattere ignorando - che è, considerando personaggi come "e" ed "E" per essere uguale. Questo è utile quando si confrontano gli elementi per i quali comunque non è importante, come ad esempio indirizzi di posta elettronica. È possibile scrivere codice nel tuo programma Java per confrontare due stringhe ignorando caso carattere.

istruzione

1 Conservare le due sequenze di caratteri da confrontare su oggetti di classe String, come nel seguente codice di esempio:

String SEQ1 = "[email protected]";

String seq2 = "[email protected]";

2 Confrontare le due stringhe con il metodo biblioteca compareToIgnoreCase (), come nel seguente codice di esempio:

int result = seq1.compareToIgnoreCase (seq2);

3 Determinare se le corde erano uguali caso ignorando, come nel seguente codice di esempio:

if (risultato == 0) {

System.out.println ( "Strings erano uguali");

} altro {

System.out.println ( "Strings non erano uguali");

}

Per l'esempio, le stringhe sono infatti uguali ignorando caso.

Java Code Chat

May 13

La gerarchia di oggetti Java include molte classi che gestiscono molti tipi di tipi di dati e connessioni dati. La "presa" e "classi ServerSocket" rappresentano semplici connessioni un programma Java può fare a un altro programma attraverso i porti di un computer. Attraverso questi oggetti, un programma Java può ricevere dati o messaggi, come testo, da un computer remoto. Così, per esempio, un semplice client di chat scritto in Java correrebbe oggetti socket e ServerSocket per inviare e ricevere messaggi.

Chat Server e ServerSocket

Nella sua forma più semplice, un server di chat Java utilizzerà un oggetto ServerSocket ad ascoltare per una connessione. Il metodo "accetta" forza il programma di aspettare fino a quando viene stabilita una connessione. Questo metodo restituisce un oggetto "Socket" che rappresenta la connessione accettata. Come illustrato nel seguente esempio di codice, il programma di chat sarà sempre in ascolto per una connessione in entrata su una particolare porta e tornare alla presa di connessione:

import java.net.ServerSocket;
import java.net.Socket;
import java.io.BufferedReader;
import java.io.InputStreamReader;

class Chat {

public static void main (String[] args) {
ServerSocket s = null;
s = new ServerSocket(9999);
Socket s = server.accept();
}

}

ricezione di messaggi

Una volta stabilita la connessione, il programmatore può leggere l'input dalla presa. Questo ingresso, il messaggio da un altro chiacchiere, leggerà in un oggetto "BufferedInput", che può quindi leggere le sue informazioni in una variabile stringa:

BufferedReader ingresso = new BufferedReader (nuovo InputStreamReader (

s.getInputStream()));

String message = input.readline ();

la memorizzazione dei messaggi

Quando si ricevono messaggi dal computer remoto, può essere utile per memorizzarli in una matrice in modo che un messaggio multipla non è perso. In pratica, ciò che il programmatore può fare è archiviare i messaggi in un array con un ciclo "while" revolving. Per ogni messaggio ricevuto, il ciclo si memorizza un messaggio nella matrice e passare al successivo punto di indice, avvolgendosi attorno al primo indice quando la matrice è piena:

String [] messaggi = new String [20];
int index = 0;
messaggio = input.readLine ();

while (messaggio! = null) {
messaggi [index] = messaggio;
Indice ++;
messaggio = input.readLine ();
}

Invio di messaggi

Il programmatore può anche utilizzare oggetti socket per la connessione a un computer remoto che è in ascolto per le comunicazioni. Utilizzando il presa per collegare, il programmatore può aprire un flusso di output per inviare un messaggio all'utente. Lei compie questo utilizzando un oggetto PrintWriter, collegarlo al flusso di output del socket e scrittura attraverso la presa:

Attacco connect = new Socket ( "http: \ www.computer.domain", 9999);

out = new PrintWriter (connect.getOutputStream (), true);
out.print ( "il messaggio ...");

Che cosa significa "Array dimensione mancante" Mean in Java di programmazione?

April 7

Che cosa significa "Array dimensione mancante" Mean in Java di programmazione?


Quando si inizia lo sviluppo Java, ci saranno inevitabilmente momenti in cui si verificano errori non si capisce immediatamente. L'errore "Array dimensione mancante" si pone nei casi in cui una matrice non viene creata un'istanza correttamente. L'errore è facile da risolvere, in modo che non ha bisogno di tenere i tuoi sforzi di sviluppo di nuovo a lungo. La creazione di istanze è il processo di creazione di un oggetto in Java. Capire la causa dell'errore dimensione è un passo fondamentale nel capire come utilizzare gli array e altri oggetti in Java con successo.

Array Object

Gli array in Java sono oggetti. Ciò significa che quando il programma crea una matrice, la macchina virtuale Java (JVM) alloca una sezione di memoria per esso. Per questo processo di lavoro, è necessario specificare le informazioni circa la dimensione dell'array quando il programma crea. Le dimensioni della matrice determinare la loro dimensione. In uno standard matrice unidimensionale, esiste una sola dimensione array, che rappresenta la lunghezza - che corrisponde anche al numero di posizioni elemento all'interno della matrice.

Dichiarazione

programmi Java possono dichiarare array senza nato specificando le dimensioni. Il seguente esempio di sintassi dimostra dichiarazione di una variabile di matrice:

int [] someNumbers;

Questo codice non crea la matrice; dichiara semplicemente la variabile all'interno del programma. Questo permette al codice successiva del flusso di esecuzione del programma per fare riferimento alla matrice, compreso il punto in cui il codice crea e un'istanza matrice.

instantiation

Per istanziare un oggetto array in Java, codice utilizza la parola "nuovo", che è il modo standard per creare istanze di oggetti. Il codice di esempio riportato di seguito illustra un metodo non corretto di istanziare un array, che può causare il "Array dimensione mancante" errore:

int [] someNumbers = new int [];

Quando si crea un nuovo oggetto array, è necessario specificare la lunghezza della matrice, come nel seguente sintassi corretta:

int [] someNumbers = new int [20];

Il numero incluso indica la lunghezza della matrice, che fornisce Java con le informazioni necessarie per creare un'istanza dell'oggetto array.

Elementi

Di un'istanza di un array e fare lo stesso per gli elementi dell'array sono diverse attività. Una volta che una matrice viene creata un'istanza, il codice Java può assegnare elementi di posizioni specificate all'interno di esso. Ad esempio, il seguente codice crea una matrice, quindi un'istanza di un elemento al suo interno:

Object [] someObjects = new Object [10];

someObject [0] = new Object ();

È possibile creare e istanziare elementi dell'array in una singola linea di codice come il seguente esempio:

String [] someWords = { "tavolo", "sedia", "scaffale"};

Dimensioni

Java può utilizzare array con più di una dimensione. Ad esempio, il seguente codice crea un array bidimensionale:

int [] [] lotsOfNumbers = new int [10] [20];

Quando i programmi Java di creare array con più di una dimensione, che solo inizialmente necessario specificare la prima dimensione per evitare il "Array dimensione mancante" errore:

int [] [] lotsOfNumbers = new int [10] [];

Questo funziona perché gli array multidimensionali siano effettivamente applicate come una serie di array separati. Se un programmatore non sa cosa la lunghezza della prima dimensione dell'array sta per essere quando si crea l'array, lei può fare meglio scegliere un'altra classe di raccolta.

Eccezione Java manipolazione Tutorial

June 21

Eccezione Java manipolazione Tutorial


Scrittura di applicazioni in Java permette di fare uso facile ed efficace di risorse diverse. Il linguaggio Java utilizza Eccezioni e gestione delle eccezioni per mantenere i programmi robusto e affidabile, pur essendo in grado di utilizzare una varietà di componenti. classi Java e oggetti generare eccezioni quando si verifica qualcosa che potrebbe distruggere il progresso naturale del vostro programma. Saper gestire le eccezioni in modo efficace significa che le applicazioni possono continuare a funzionare anche in caso di imprevisti.

I tutorial Java: la cattura e la gestione delle eccezioni

La Oracle Java Tutorial classi essenziali serie ufficiale offre eccellenti introduzioni di molte tecniche di programmazione. Il sentiero eccezioni di tutorial introduce le pratiche ei principi di gestione delle eccezioni di base, e utilizza esempi di codice semplice per rendere i metodi chiaro. Inizialmente i tre principali componenti di codice utilizzati per gestire le eccezioni, il "provare", "catturare" e "finalmente" blocchi, sono spiegati e dimostrati. Il tutorial continua a esplorare le diverse possibili scenari e tipi di eccezione.

Java Principiante: Capire eccezioni Java

Panoramica di Java per principianti di eccezioni fornisce una prospettiva semplice su come eccezioni lavori nel quadro del linguaggio Java. Un'introduzione accessibili alla teoria della gestione delle eccezioni, il tutorial dà anche esempi di codice per dimostrare i principi in modo chiaro. Lo scopo di eccezioni è spiegato prima, poi come questo scopo è stato implementato all'interno del linguaggio, e infine il tutorial passa attraverso esempi e tipi di situazioni eccezione.

JavaWorld: Eccezioni in Java

La panoramica gestione delle eccezioni JavaWorld dà una chiara analisi delle scelte affrontare sviluppatori quando si tratta di utilizzare eccezioni all'interno delle loro applicazioni. Progettato per illuminare e aiutare il processo decisionale per la gestione delle eccezioni, questo tutorial pesa i meriti relativi dei diversi approcci che sono possibili. Delineando le principali questioni coinvolte nella gestione delle eccezioni, e definendo chiaramente le ragioni per l'utilizzo di gestione delle eccezioni, tutorial JavaWorld equipaggia lo sviluppatore con una serie di principi da tenere a mente.

ONJava: Best practice per la gestione delle eccezioni

Per gli sviluppatori Java professionisti o chiunque l'apprendimento della lingua che vuole osservare le migliori pratiche in tutto il loro codice, gestione delle eccezioni il tutorial di ONJava è un'esplorazione approfondita dei principi di eccezione. A seguito di una panoramica delle nozioni di base, il tutorial ONJava va a chiarire le questioni coinvolte in diversi approcci alla gestione delle eccezioni. Dimostrando come eccezioni inseriscono nel modello di sviluppo Object Oriented, un quadro affidabile per scegliere tra i metodi di eccezione emerge.

Java.net: Tre regole per la gestione delle eccezioni efficace

Per gli sviluppatori che sono forse nuovo della zona e vogliono solo una semplice panoramica su come far funzionare gestione delle eccezioni, il tutorial Java.net è un utile elenco di controllo iniziale. Un facile da capire prendere sul tema, Tre regole per la gestione delle eccezioni efficace fornisce le informazioni di base necessarie per iniziare a fare uso di gestione delle eccezioni all'interno dei programmi. Il tutorial offre una panoramica l'utilità di eccezioni nel contesto dello sviluppo e il debug di programmi Java.

Come Pubblica di JSON in ColdFusion

September 19

linguaggio di programmazione ColdFusion di Adobe viene utilizzato per creare siti web e pagine web. Compete con simili linguaggi di scripting come PHP open-source e ASP.NET di Microsoft. Uno dei vantaggi che ColdFusion fornisce è che può interagire con altri linguaggi web, compresi JavaScript. Questo consente al codice ColdFusion per inviare i dati e modificare gli oggetti JSON JavaScript-based.

istruzione

1 Avviare l'applicazione di sviluppo ColdFusion e creare un nuovo documento in cui è possibile praticare la programmazione del codice che inviare a un oggetto JSON.

2 Creare un nuovo componente ColdFusion, o CFC, che inviare l'oggetto JSON e utilizzare una funzione specifica. In questo caso, GetUserID è la funzione utilizzata.

<Cfcomponent estende = uscita "JSON" = "false" suggerimento = "torno dati JSON utilizzando cfjson">
<Cffunction name = uscita "GetUserID" = "true" accesso = "remoto" returnType = "stringa">

&lt;cfargument name=&quot;keyword&quot; type=&quot;string&quot; required=&quot;yes&quot; />
&lt;cfset var qryExample = QueryNew(&quot;id,title&quot;) />
&lt;cfset var ndx = &quot;&quot; />

3 Creare un nuovo documento javascript nel ColdFusion in cui verrà creato l'oggetto JSON che il codice nel passaggio 2 sta inviando a. Sostituire l'URL del CFC nell'esempio con la posizione del CFC che si sta utilizzando.

funzione GetUserID () {
$ GetJSON (

'http://www.exampleurl.com/cfc/Webservice.cfc?wsdl',
{ method : 'GetuserID' },
ShowProducts

);
}

4 Salvare il codice di pratica per riferimento futuro, utilizzando come modello nelle vostre pagine web ColdFusion e le applicazioni web quando è necessario inviare i dati ad un oggetto JavaScript.

Classi Perché astratte in Java?

January 24

Classi Perché astratte in Java?


classi Java definiscono oggetti per svolgere compiti di applicazione. All'interno di progetti Java, programmatori definiscono questi oggetti con la creazione di dichiarazioni di classe. Una dichiarazione di classe descrive le proprietà di tutte le istanze oggetto della classe avranno, così come i metodi che attuerà. Nella maggior parte dei casi, i programmi Java possono creare oggetti di tutte le classi, con dichiarazioni di classe delineati. Tuttavia, se una classe è astratta, non può essere istanziato.

Implementazione

Normalmente, quando un programma contiene una dichiarazione di classe, altro codice può creare istanze di oggetti della classe delineato all'interno di esso. Quando questo accade, l'oggetto risultante conterrà i dati e implementare i metodi elencati all'interno della dichiarazione della classe. Quando un programma dichiara una classe astratta, questo non può accadere, come non è possibile creare oggetti della classe. Il codice di esempio riportato di seguito illustra dichiarare una classe come abstract:

public class GreatHelper astratta

A differenza con le classi non astratte, il progetto in cui questo codice appare non può creare istanze di oggetti "GreatHelper".

Eredità

Anche se i programmi non possono istanziare le classi astratte, loro che possono estendersi. eredità Java consente ai programmatori di estendere dichiarazioni di classe esistenti utilizzando la seguente sintassi:

public class SpecificHelper estende GreatHelper

Quando una classe estende un'altra classe, che eredita i metodi e le proprietà della classe genitore. classi estendono possono anche fornire funzionalità aggiuntive in cima alle variabili superclasse ereditate e metodi. L'ereditarietà è quindi un modo per fornire funzionalità specializzate, con sottoclassi specializzate in uno spazio di responsabilità coperta, più in generale dalla classe genitore. Con una classe astratta, questo principio di ereditarietà si applica anche, in modo da sottoclassi di classi astratte possono essere istanziati, anche se i genitori non possono.

Scopo

Le classi astratte permettono ai programmatori di creare definizioni per insiemi di oggetti che hanno alcune proprietà in comune, ma anche alcune differenze. Le classi astratte in genere solo parzialmente implementare le proprie responsabilità, mentre i loro sottoclassi in grado di fornire un'implementazione più dettagliate adatte a circostanze specifiche. Le classi astratte possono contenere metodi sia astratte e non astratte. I metodi astratti possono apparire solo all'interno di classi astratte, con la condizione che le sottoclassi saranno implementano questi metodi, a meno che anche loro sono astratti.

alternative

La principale alternativa alla creazione di classi astratte in Java è la creazione di interfacce. Quando un programma include un'interfaccia, dichiarazioni di classe può implementare questa interfaccia, piuttosto che si estende come nel caso di una classe astratta. Un funzioni di interfaccia come un contratto, che definiscono i metodi che le classi di attuazione devono fornire, ma senza fornire alcun dettaglio di implementazione stessa. Un'interfaccia può elencare i metodi utilizzando solo i contorni, con le classi che implementano fornire i dettagli del metodo. Il codice di esempio riportato di seguito illustra una dichiarazione di classe che implementa un'interfaccia:

public class SomeHelper estende HelpfulOrganizer

All'interno della dichiarazione di interfaccia, metodo contorni possono apparire come segue:

estraiParole String pubblico ();

A differenza di classi astratte, interfacce non può fornire alcuna dettagli di implementazione.

Java UDP: Come inviare un file

November 14

La User Datagram Protocol (UDP) utilizza il formato "datagram" per inviare e ricevere dati. Proprio come i socket tipici Java, la classe "datagramsockets" si collega ad ospitare le macchine attraverso il protocollo UDP per inviare pacchetti di informazioni. UDP è un semplice protocollo che non fa alcun controllo degli errori, in modo da pacchetti inviati potrebbero arrivare fuori ordine o di andare dispersi. Tuttavia, quando l'affidabilità non è richiesto tanto come velocità di trasmissione, UDP può offrire un'alternativa ad altri metodi di trasmissione. In questi casi, è possibile utilizzare Java "Datagram" oggetti di inviare i pacchetti via UDP.

istruzione

1 Creare la classe di base per inviare il datagramma UDP, con funzione principale. La classe utilizzerà il "DatagramPacket," "DatagramSocket," e "biblioteche InetAddress":

import java.net.DatagramPacket;
import java.net.DatagramSocket;
import java.net.InetAddress;

class SendUDP {

Main (string [] args) {public static void

}
}

2 Creare un nuovo DatagramSocket e DatagramPacket nel metodo principale. L'oggetto socket datagram invierà l'oggetto datagramma pacchetto, che otterrà le sue informazioni dal array di byte "buffer":

DatagramSocket s = new DatagramSocket ();

byte[] buf = new byte[1000];
DatagramPacket out;

3 Creare un messaggio di esempio per inviare su UDP, e codificarlo in array di byte "buf:"

String outString = "Questo è il messaggio";
buf = outString.getBytes ();

4 Istanziare il "out" pacchetto datagramma con l'array buffer di byte contenente il messaggio, e puntare verso l'indirizzo IP del ricevitore, ricevuto tramite il metodo "getByName". Il numero "9999" rappresenta un numero di porta aperta per le connessioni UDP sulla fine del ricevitore: questo potrebbe essere qualsiasi numero di porta, a seconda della configurazione del server ricevente.

InetAddress ricevitore = InetAddress.getByName ( "http: //www.sun.java.com&quot;);

DatagramPacket out = new DatagramPacket (buf, buf.length, ricevitore, 9999);

5 Inviare il pacchetto. Ora che il pacchetto datagramma contiene informazioni necessarie per inviare, trasmettere attraverso la presa Datagram:

s.send (out);

L'internazionalizzazione di Java Coding

November 14

L'internazionalizzazione di Java Coding


Un programmatore deve digitare manualmente il valore per ogni titolo del menu, tutti i titoli voce di menu, e ogni altro pezzo di testo nel codice sorgente di qualsiasi applicazione. Pur facendo un programma multilingue in grado di creare rapidamente un eccesso di codice, Java include oggetti di dati specializzate che rendono più facile per i programmatori di internazionalizzare i codici sorgente dei loro progetti.

Lingua dell'applicazione

Internazionalizzare il codice sorgente di un programma Java consente a un singolo versione del codice da eseguire per gli utenti di più lingue. Questo processo richiede più tempo che semplicemente produrre un programma che può essere eseguito solo in una sola lingua. Ci vuole meno tempo, però, di tornare indietro e riscrivere il codice sorgente di un progetto per l'esecuzione in altre lingue individuali ogni volta che gli sviluppatori vogliono penetrare in un nuovo mercato. Internazionalizzazione rende anche molto più facile da mantenere una sola versione del software, piuttosto che avere una versione completamente diversa per ogni lingua. La lingua non è l'unica preoccupazione durante l'esecuzione di un programma in un altro paese; riferimenti culturali, geografiche e climatiche anche, per esempio, potrebbe essere necessario cambiare il programma di dare un senso in un'altra nazione.

locali

Gli sviluppatori di software si riferiscono ai diversi alfabeti e linguaggi che gli utenti di computer in tutto il mondo usano come locali. Locali sono multistrato, che contiene una voce di livello superiore per un determinato paese, le voci di livello inferiore in successione per un particolare stato o provincia, e poi per le lingue residenti di quelle sempre più specifiche aree geografiche usano comunemente. Questi contengono non solo la lingua e l'alfabeto, che quella zona usa comunemente per la lingua, ma anche il formato che utilizza regione per la visualizzazione di data e ora.

Oggetti versioni locali

Java fa un sacco di lavoro per la gestione di questi locali diversi per il programmatore per la loro memorizzazione in file di classe. Per ogni locale in cui gli sviluppatori vogliono che il loro programma per essere in grado di eseguire, i programmatori possono creare istanze di oggetti di tali classi impostazioni internazionali. Questi oggetti contengono efficacemente la versione di un particolare linguaggio di tutta l'interfaccia del programma. oggetti Area locale memorizzare i dati nella lingua di una zona particolare, ma non direttamente traducono. Gli sviluppatori di conseguenza devono essere sia abile con le lingue in cui essi vogliono che i loro programmi per eseguire, o trovare persone per gestire la traduzione per loro.

Locali e la JVM

Sistema di avere una Java Virtual Machine specifiche della macchina (JVM), che si traduce il bytecode generalizzata in codice eseguibile per un particolare sistema operativo, di Java aiuta anche gli sviluppatori con il codice di internazionalizzazione. La JVM ha un ampio accesso a un sistema operativo e le sue impostazioni, in modo che possa identificare automaticamente le impostazioni internazionali in cui un utente ha inserito il suo computer di funzionare. Quando la JVM esegue un programma, utilizza queste informazioni per selezionare automaticamente la lingua dell'utente finale tra quelli degli sviluppatori incluse negli oggetti di locale del programma.

Lunghezza Modalità di ingresso in Java

November 14

Lunghezza Modalità di ingresso in Java


Dopo i programmatori Java vanno al di là scrivere semplici programmi che visualizzano solo il testo pre-configurato, si dovrebbe imparare ad accettare e manipolare l'input dell'utente per creare programmi veramente utili. Java rende facile per i programmatori di scoprire alcune caratteristiche di input dell'utente, come la lunghezza di input dell'utente. I programmatori possono eseguire questa operazione chiamando il metodo di una stringa "di lunghezza ()".

Interfacce standard input

programmatori Java hanno due opzioni standard per l'adozione di input da parte dell'utente: possono utilizzare un oggetto "console" per leggere le informazioni che l'utente digita nel schermo del terminale su cui il programma è in esecuzione, oppure possono utilizzare uno dei tanti testuali della biblioteca Java Swing oggetti di input. Il programmatore poi scoprire la lunghezza dell'input dell'utente assegnando l'oggetto in una stringa. oggetti Console assegnare ingresso direttamente in una stringa, ma gli oggetti di Swing richiedono al programmatore di eseguire un passaggio aggiuntivo.

Metodo String

Nel linguaggio di programmazione Java, una stringa è un'istanza di un oggetto String. L'oggetto stringa contiene numerosi metodi che sono utili per i programmatori, uno dei quali è il "length ()" metodo. Richiamando questo metodo su una particolare stringa causerà l'oggetto restituire la lunghezza della stringa nella forma di un numero intero. Se una stringa si chiama "userinput", quindi la sintassi "userInput.length ();" darà il programmatore il numero di caratteri "userinput" è la memorizzazione.

swing Components

componenti Swing che prendono l'immissione di testo, come ad esempio "JTextField" e "JTextArea," sono solo oggetti contenitore. Possono contenere i dati che l'utente digita in loro, ma i loro metodi non hanno la capacità di eseguire operazioni sui dati reali. Gli utenti possono fare un oggetto restituire i dati che sono titolari, invocando il suo metodo "getText ()". Impostando una stringa a questa uscita, il programmatore può quindi richiamare "length ()" della puntura metodo per discernere la lunghezza dei dati l'utente ha digitato in un campo.

Le voci numeriche

Mentre il metodo "di lunghezza ()" restituisce la lunghezza dei dati di testo base, Java non ha metodi simili per trattare con i dati numerici. Se un utente digita il numero 100 e le memorizza programmatore come un numero intero, il programmatore può non richiamare un metodo per scoprire direttamente la lunghezza di un numero intero. Tuttavia, il programmatore può lanciare i dati numerici come una stringa. Se un programmatore ha il numero 100 memorizzato nella variabile "myInt", quindi la sintassi "String.valueOf (myInt);" produrrà una stringa che tratta i numeri come testo invece di numeri interi. Il programmatore può quindi invocare quella stringa "di lunghezza ()" metodo.

Come input una stringa in Java

November 16

Come input una stringa in Java


Nei principianti linguaggio di programmazione Java incontrare rapidamente uno dei limiti di tipi di dati primitivi Java: La variabile carattere di base in grado di memorizzare una sola lettera alla volta. Questo è il motivo per cui Java utilizza oggetti "stringa" per memorizzare una sequenza, o una stringa, di lettere, numeri o simboli. Per fare una riga di comando, Java memorizza le linee di input dell'utente in una tale stringa, è possibile utilizzare il metodo "readLine" dell'oggetto a portata di mano "Console".

istruzione

1 Fare clic sulla prima riga del file di codice sorgente per impostare il cursore. Importare il codice per la classe "console", digitando "importazione java.io.Console;" nella parte superiore del codice sorgente.

2 Creare un nuovo oggetto console digitando il codice "Console MyConsole = new System.Console ();"

3 Scrivere il testo che si desidera utilizzare per richiedere all'utente di inserire la sua serie digitando "String prompt = 'il mio prompt';" dove "il mio prompt" è il testo del prompt che si desidera utilizzare.

4 Digitare la riga "String = UserString myConsole.readLine (prompt);" per rendere il vostro programma accetta l'input stringa di un utente, e scriverlo all'oggetto stringa "UserString."

Consigli e avvertenze

  • Se si desidera rendere il vostro programma di nascondere i singoli caratteri l'utente sarà digitando, come nel caso di inserimento di password, usare "readpassword" invece di "readLine." Si può anche scegliere di impostare direttamente il testo del prompt, invece di prima scrittura a un oggetto stringa, digitando il testo tra le virgolette nel parentesi dopo "readLine" invece di semplicemente mettendo nell'oggetto stringa predefinita.

Strumenti UML per Mac

December 14

Se avete bisogno di disegnare diagrammi sul vostro Mac, è possibile utilizzare strumenti Unified Modeling Language. L'UML è un metodo che permette alle persone di creare diagrammi standardizzati per illustrare i processi, attrezzature e altri tipi di informazioni complesse, che vanno dalla progettazione alla progettazione del software. È possibile scaricare gli strumenti UML da parte degli sviluppatori di utilizzare sul vostro Mac per rendere i vostri diagrammi.

CanvasUML

CanvasUML è un'applicazione sviluppata da Todd Ditchendorf per la creazione di semplici diagrammi UML su un Mac. Lo sviluppatore raccomanda per le persone da utilizzare per il lavoro non critico. Utilizzare CanvasUML per creare scatole collegata dalle linee di associazione per rendere i diagrammi in una finestra ridimensionabile, chiamato anche una zona di tela. I suoi schemi CanvasUML vengono salvati come file HTML, che possono essere visualizzati in applicazione del browser Web Safari nativo di Apple.

MagicDraw

MagicDraw di NoMagic è uno strumento UML per Mac che è adatto a persone che hanno bisogno di fare diagrammi di loro processo di sviluppo software. È inoltre possibile utilizzare per fare diagrammi per le imprese e la modellazione dei processi. Più persone possono lavorare sullo stesso documento MagicDraw UML, allo stesso tempo, che è utile quando una squadra ha bisogno di collaborare ad un progetto sulla rete informatica aziendale.

QuickUML MacOSX

QuickUML MacOSX è uno strumento UML realizzato da Excel Software per Mac. Utilizzare QuickUML per aiutare a progettare un software orientato agli oggetti. L'applicazione consente di generare codice in linguaggi come C ++ e Java da oggetti nel diagramma, ed è possibile utilizzare diversi linguaggi di programmazione in un unico schema. QuickUML consente di salvare il progetto come file in formato XML che le persone possono visualizzare e modificare su computer Apple e Windows.

Paradigma visivo per UML

Paradigma visivo di paradigma per UML è un tool UML per Mac. Si tratta di una applicazione basata su Java, in modo che sia su Mac e Windows e computer basati su UNIX. Utilizzare Visual Paradigm per generare layout diagramma con ricca documentazione di testo. È possibile effettuare i diagrammi per illustrare i protocolli di comunicazione, sequenze per progetti o componenti necessari per il progetto.

Come sbarazzarsi di Trojan.JS / Redirector.Cq

December 28

Trojan sono di solito file dannosi che si travestono da un tipo di file benigna per rendere il loro modo passato le difese del computer. Una volta che si sono installati, Trojan possono impegnarsi in una varietà di attività pericolose. La famiglia di Trojan JS.Redirector sono nascosti in infetto Java Script oggetti online e comunemente dirottare porzioni di pagine web gli utenti tentano di visitare e visualizzare annunci mirati. Anche se Trojan può essere difficile per i programmi antivirus per rilevare, sono tra le minacce più facili da rimuovere. Diversi programmi sul mercato in grado di rilevare Trojan, cercando per il comportamento di file insolito.

istruzione

1 Acquisto da parte di Symantec Norton AntiVirus. Le organizzazioni, tra cui PC Magazine e Virus Bulletin, coerentemente vota questo programma come uno dei programmi antivirus più efficaci disponibili. Norton esegue la scansione e rimuove le minacce già presenti sul computer e protegge attivamente contro le minacce in entrata. Un abbonamento al programma concede l'accesso al telefono 24 ore al giorno, e-mail e il supporto tecnico chat su Internet per aiutare la rimozione di infezioni particolarmente ostinate.

2 Scarica avast! Antivirus gratuito. Come suggerisce il nome, avast! è quello di scaricare e utilizzare completamente gratuito. Impressionante, PC Magazine loda la capacità di questo programma per fuori eseguire molti dei suoi concorrenti più costosi. lo sviluppatore del programma, Awil Software, ospita anche una banca dati delle minacce online e un forum in cui i membri della comunità offrono consulenza su argomenti che vanno dalla sicurezza generale per la rimozione di infezioni specifiche.

3 Scarica Panda Cloud Antivirus Free Edition. Questo programma è uno scanner ideale "secondo parere" per correre lungo lato il programma antivirus primaria. Panda Cloud non richiede agli utenti di scaricare una seconda serie di definizioni dei virus sul proprio disco rigido. Al contrario, il programma di accedere a un database online che contiene le definizioni che usa per eseguire la scansione e proteggere. Questo significa che non dovrete mai aspettare per il programma di aggiornamento e che si può sempre essere sicuri che si sta utilizzando il più completo set di definizioni disponibili. Panda Cloud richiede una connessione Internet attiva.

Perché un String Immutabile calcolarne il valore hash?

May 28

Perché un String Immutabile calcolarne il valore hash?


Le applicazioni Java componenti di codice modello come oggetti, con ogni oggetto che ha una superficie di responsabilità. Gli oggetti forniscono metodi per svolgere le loro responsabilità. Alcuni metodi in Java sono implementati da tutti gli oggetti possibili, tra le stringhe. Il framework Java consente agli sviluppatori di utilizzare alcuni tipi di struttura di memorizzazione dei dati, alcuni dei quali utilizzano i valori di hash-code per memorizzare gli oggetti. Un valore hash-codice utilizza un codice per indicare un oggetto specifico, consentendo la classe di raccolta implementare metodi efficienti per memorizzare più oggetti all'interno del programma. codice Java in grado di calcolare i valori hash-code per tutti gli oggetti, tra cui stringhe, che sono immutabili.

stringa di contenuto

Le variabili stringa in programmi Java sono oggetti della classe String, la memorizzazione di sequenze di caratteri di testo. Questo può essere fonte di confusione, perché i programmi creano le variabili stringa utilizzando lo stesso tipo di struttura utilizzata per le variabili di tipo primitivo come i numeri. Il codice di esempio seguente dimostra come creare un variabile stringa:
string name = "John";

Il programma può effettuare i metodi della classe String su questa variabile, alcune delle quali coinvolgono alterare il contenuto del testo. I metodi che alterano il contenuto di una stringa normalmente restituiscono una nuova stringa, piuttosto che alterando la stringa esistente. Questo perché le stringhe sono immutabili, il che significa che una volta che si crea una variabile di tipo stringa, il suo contenuto non può essere modificato. I programmi in cui appare il contenuto di una stringa per essere modificati sono in realtà la creazione di nuove stringhe per sostituire quelli esistenti.

Funzione HashCode

Tutti gli oggetti in Java offrono la funzione "hashCode". Questo perché tutte le classi Java ereditano dalla superclasse Object, che fornisce il metodo "hashCode". Il codice di esempio riportato di seguito illustra la chiamata al metodo sulla variabile String:
name.hashCode ();

Chiamata a questo metodo fa sì che Java per generare un valore hash-code per la variabile stringa specificata. La creazione di un valore hash-codice per un oggetto stringa coinvolge lo stesso processo come si usa per qualsiasi oggetto.

Risultato

Il metodo "hashCode" si traduce in un valore intero che rappresenta l'oggetto in questione. Questo numero consente classi Java per ottimizzare l'efficienza durante la memorizzazione valori dei dati, in particolare in collegamento con la classe HashMap o altre classi di altre raccolte. Nella maggior parte dei casi, un programmatore Java non ha bisogno di preoccuparsi dei dettagli dei numeri usati come hash-codici per oggetti come stringhe, come le classi collezioni gestire questo dettaglio.

Uguaglianza

Il risultato della chiamata al "hashCode" su due elementi che sono uguali dovrebbe essere lo stesso numero. Ad esempio, le seguenti due variabili stringa dovrebbero generare lo stesso valore di hash-code:
String SomeName = "John";
String otherName = "John";

Se due oggetti restituiscono un risultato vero quando viene utilizzato entro il metodo equals, poi Java li considera uguali, nel qual caso essi dovrebbero comportare lo stesso hash-code. Ad esempio, il codice seguente comporterebbe un valore vero:
boolean areEqual = someName.equals (otherName);

È tipicamente il caso che se due stringhe non sono uguali, essi generano differenti valori hash-code, ma questo non è garantita. (Vedi riferimenti 1, 2, 3)

Come collegare JSP con Servlet

November 15

JavaServer Pages è una tecnologia basata su Java che offre agli sviluppatori la capacità di servire contenuto della pagina Web creata attraverso HTML o XML. servlet Java sono oggetti di programmazione Java progettato per recuperare le richieste degli utenti finali o altri sistemi informatici. Mandano anche le risposte corrispondenti pre-installati. Tali servlet possono essere utilizzati per altri scopi su un sito web, nonché per creare altri XML o contenuti HTML. È possibile collegare il JSP di una servlet in pochi minuti.

istruzione

1 Fare clic su "Start", quindi "Pannello di controllo".

2 Fare doppio clic su "Sistema" per visualizzare la pagina "Proprietà di sistema". Fai clic su "Avanzate".

3 Fai clic su "Variabili d'ambiente", quindi "Nuovo pulsante." Tipo "percorso di classe", come il nome della variabile. Digitare il percorso del file JAR Apache Tomcat Servlet. Esso dovrebbe essere simile a questo: "c:. \ Programmi \ Java \ Tomcat 6.0 \ lib \ servlet-api.jar"

4 Avviare il server Tomcat facendo doppio clic sul file "Setup.exe". Fare doppio clic sull'icona del browser Web per avviare la connessione a Internet. Digitare "http: // localhost: 8080 / MyTestServlet" per verificare il servlet è in esecuzione sul vostro browser Web e JSP.

Lo scopo principale della estensione RMI_IIOP

March 17

Lo scopo principale della estensione RMI_IIOP


RMI (Remote Method Invocation) è la forma tradizionale di Java di comunicazione a distanza, prorogato dal RMI_IIOP (o "RMI su IIOP"), al fine di consentire l'interoperabilità.

RMI è uno di un gruppo di lingue che utilizza la (OOP) stile "programmazione orientata agli oggetti", in cui un "oggetto" è una struttura di dati. C ++ è un altro esempio noto di un linguaggio di programmazione in questo stile.

RMI: introdotto nel 1997

Lo scopo principale della estensione RMI_IIOP

Il linguaggio di programmazione non è questo "Java".

RMI è una variante orientata agli oggetti di Remote Procedure Call (RPC), attraverso la quale gli oggetti Java comunicano. Aveva l'inconveniente, al momento della prima creazione, che non ha permesso per l'interoperabilità di Java e oggetti non-Java.

Java stesso, un linguaggio di programmazione, è stato sviluppato da James Gosling, di Sun Microsystems, nel 1994. Oracle acquistato Sun nel 2009.

Altre sigle Decoded

Lo scopo principale della estensione RMI_IIOP

Questo è stato il sito di Oracoli precedenti.

IIOP è Internet Inter-ORB Protocol, un sottoinsieme importante dello standard CORBA.

Un ORB è un "Request Broker Object" e CORBA è "Common Object Request Broker Architecture", lo standard aperto per il calcolo eterogeneo.

Norme per CORBA vengono creati e pubblicati da un consorzio industriale, il Group Management Object (OMG). Centinaia di utenti e fornitori di partecipare a OMG.

Così, al fine di introdurre l'interoperabilità, Oracle Corporation ha dovuto ri-lavoro RMI per rispettare CORBA, che è ciò che RMI_IIOP è circa.

Sviluppo

Lo scopo principale della estensione RMI_IIOP

Oracle Sun ha collaborato con IBM.

Pertanto, nel 1998 Sun ha introdotto Java RMI_IIOP: una caratteristica importante dei quali è che può essere utilizzato senza imparare Definition Language CORBA Interface (IDL).

Scelte per programmatori

Lo scopo principale della estensione RMI_IIOP

C'è un bivio di programmazione Java.

Con la disponibilità di RMI_IIOP, i programmatori che erano già familiarità con Java RMI avevano in sostanza tre scelte.

Essi potrebbero ignorare l'estensione IIOP, e sviluppare applicazioni CORBA utilizzando IDL, che definiscono la le applicazioni server che utilizzano il linguaggio di programmazione a loro familiare cliente e.

Oppure, si potrebbe ignorare l'estensione IIOP e IDL allo stesso modo, e semplicemente rimanere all'interno l'universo del linguaggio di programmazione Java, utilizzando Java RMI per consentire la comunicazione tra oggetti Java sia tra le macchine virtuali e tra macchine fisiche.

Ma, infine, potrebbero usare il linguaggio di programmazione Java con l'opzione IIOP compilatore. La società ha detto che ciò consentirebbe al programmatore di "mantenere applicazioni legacy scritte in altri linguaggi di programmazione."

Critica

Lo scopo principale della estensione RMI_IIOP

"No grazie, solo la banana."

Vale la pena notare che l'intero stile di programmazione orientata agli oggetti è stato oggetto di critiche negli ultimi anni. L'inventore di un linguaggio non-OOP chiamato Erlang, Joe Armstrong, ha detto:. "Il problema con linguaggi orientati agli oggetti è hanno ottenuto tutto questo ambiente implicito che portano in giro con loro Volevi una banana, ma quello che ottenne fu un gorilla che tiene la banana e l'intera giungla ".

Come per iterare un vettore in Java

May 9

Classe Vector è definita nelle librerie standard per il linguaggio di programmazione Java. Un vettore contiene un numero variabile di oggetti. Come con una serie, è possibile accedere in modo efficiente un oggetto all'interno di un vettore, fornendo il suo indice intero. A differenza di matrici, vettori possono crescere e restringersi mentre si utilizza soltanto la memoria di cui hanno bisogno. Alcune applicazioni hanno bisogno di iterare su tutti gli elementi in una collezione durante l'applicazione qualche operazione esattamente una volta per ogni elemento. È possibile iterare su tutti gli elementi di un vettore nei vostri programmi Java.

istruzione

1 Includere le seguenti righe all'inizio del vostro codice Java:

import java.util.Vector;

import java.util.Iterator;

2 Creare un oggetto Iterator e inizializzarlo per iterare il vostro vettore chiamando il metodo Vector.iterator (), come nel seguente codice di esempio:

Iterator myIter = myVector.iterator ();

Sostituire "myVector" con un riferimento al vettore su cui è necessario scorrere.

3 Iterare su tutti gli elementi coperti dal Iterator durante l'esecuzione dell'operazione di vostra scelta su ogni elemento, come nel seguente codice di esempio:

while (myIter.hasNext ()) {

System.out.print (myIter.next ());

}

L'esempio stampa il valore di ogni elemento. Sostituire il codice all'interno delle parentesi graffe con qualunque trattamento si desidera applicare ad ogni elemento vettoriale; Metodo Iterator.next () restituisce un riferimento all'elemento corrente.

Come rimuovere più oggetti in Java

October 26

Come rimuovere più oggetti in Java


Java semplifica il noioso compito di progettare interfacce utente grafiche (GUI) per i vostri programmi con la sua libreria Swing serie di oggetti GUI. Tuttavia, quando si tratta di riorganizzare l'interfaccia grafica in diversi punti l'esecuzione del programma, si devono ancora emettere comandi separati per la rimozione di ogni oggetto è stato aggiunto all'interfaccia. È possibile semplificare questo compito e rimuovere più oggetti contemporaneamente con l'aggiunta di insiemi di oggetti che è necessario rimuovere al tempo stesso ad una lista di array, quindi impostando un ciclo for per rimuovere ogni oggetto nella lista di array.

istruzione

1 Aggiungere la riga "import java.util. *" Per la parte superiore del codice sorgente.

2 Dichiarare una nuova lista di array con la sintassi "ArrayList <JComponent> windowObjects = new ArrayList <JComponent> ();" dove "windowObjects" è il nome che daresti ai tuoi lista di array.

3 Aggiungere i vari oggetti GUI che si vorrebbe rimuovere dalla interfaccia del programma in un dato momento ripetendo la sintassi "windowObjects.add (GUIObject);" per ogni oggetto che si desidera rimuovere allo stesso tempo. In questa dichiarazione, "GUIObjects" è il nome di ogni oggetto GUI si aggiunge alla lista di array.

4 Rimuovere tutti gli oggetti che mettete nella vostra lista di array con la seguente sintassi:

for (i = 0; i <windowObjects.size (); i ++) {
Panel.remove (windowObject.get (i);
}

In questo segmento di codice, "i" è il nome assegnato a una variabile intera e "Panel" è il nome per l'oggetto JPanel su cui Java sta disegnando gli oggetti GUI.

Oggetti nascosti in Java

August 7

Oggetti nascosti in Java


Il linguaggio di programmazione Java è costruito attorno ai programmatori di essere in grado di progettare e manipolare strutture dati chiamate "oggetti". Uso di oggetti consente ai programmatori di creare segmenti di codice riutilizzabili per una varietà di scopi, poi affinare ed estendere la funzionalità di detto codice per scopi ancora più specifici. E 'nella specializzazione delle funzionalità di classi che gli oggetti accordo con il concetto di nascondersi.

Oggetti

Le strutture di dati che danno obiettare linguaggi orientati, come Java, il loro nome hanno due forme: il modello oggetto chiamato "classe" e l'implementazione di tale modello chiamato "istanza". Ogni istanza di un dato oggetto funzioni in base al codice definito nel file di classe, ma ogni caso è un'unità autonoma con propri valori di variabili e di allocazione di memoria discreta. Questa capacità di creare più copie funzionanti indipendentemente da una singola classe è ciò che rende programmazione orientata agli oggetti così utile.

Eredità

Le classi possono essere sia un file singolare e autonomo, o programmatori possono creare "sub-classi" specializzati per espandere le funzionalità di base a determinate classi. Quando un programmatore dichiara una classe verrà estende un'altra classe, "erediterà" tutto il codice dalla classe si estende, conosciuta come classe "padre". A causa di questo, il programmatore può scrivere codice nella classe come se avesse copiato ogni riga di codice dalla classe padre nella sottoclasse, ma in realtà non dover scrivere tutto questo fuori; Java collega automaticamente al codice nella classe padre alla sottoclasse.

Classe rispetto ai metodi di istanza

Le singole funzioni all'interno di un oggetto sono conosciuti come "metodi". Mentre gli oggetti sono unità autonome, che ancora discendono dagli stessi modelli di classe. Java sarà quindi riconoscere che le istanze di oggetti ancora discendono da un particolare modello. Ciò consente ai programmatori di utilizzare gli oggetti in uno dei due modi: o chiamare funzioni specifiche a un'istanza autonoma che manipolare o restituire i dati che è specifico a tale istanza, o funzioni di chiamata che restituiscono o manipolare i dati da ogni istanza di una particolare classe all'interno di un programma. L'utilizzo di un oggetto in un contesto di per sé solo coinvolge chiamare un metodo di istanza, e l'utilizzo di un oggetto in un contesto di ogni oggetto nel suo genere comporta chiamando un metodo di classe.

Nascondere Versus Overriding

Nascondere con gli oggetti è la controparte di override con gli oggetti. Override con gli oggetti è dove una funzione in una sotto-classe con lo stesso nome di una funzione nella classe padre soppianta la funzione dalla classe genitori. Così, quando la funzione è chiamata dalla sotto-classe, il programma esegue la funzione della sottoclasse. Questo avviene automaticamente. Nascondere oggetti affronta anche la questione delle funzioni multiple con lo stesso nome in una linea di classe di eredità. Tuttavia, mentre i metodi di istanza verrà automaticamente funzioni oltre-ride più in alto nella catena di eredità, Java potranno eseguire il metodo dalla linea di successione che il programmatore chiama specificamente e nasconde automaticamente i metodi con lo stesso nome dai livelli di successione che l'utente non abbia chiesto .