Quark vs. Indesign

February 27

Tecnicamente, Adobe InDesign precede QuarkXPress perché deriva da PageMaker, il primo programma di desktop publishing. PageMaker superò QXP per molti anni, ma QXP è diventato lo standard del settore in gran parte perché PageMaker non rompere con il suo design originale. QXP nel frattempo aveva "sollevato" alcuni aspetti del software di desktop publishing da programmi come Ready, Set, Go! ed è diventato il più semplice, ma più potente, programma di desktop publishing disponibili. Mentre QXP ha generalmente una quota di mercato più grande di InDesign, quest'ultimo fatto una serie di innovazioni che QXP facevano a gara per tenere il passo con.

Storia

Programmatore Paul Brainerd decide di sfruttare l'interfaccia grafica di Apple Macintosh che è stato introdotto con una leggendaria pubblicità durante il Superbowl nel 1984. di Windows non esisteva ancora, quindi non c'era alcuna interfaccia grafica su PC. Nel 1985, Brainerd introdotto PageMaker 1.0 attraverso la sua società, Aldus. E 'cambiato il mondo dell'editoria a tutti i livelli. Giornali eliminato l'intera stanza composizione in cui i lavoratori in precedenza avevano tagliato e incollato fogli di stampe su carta il layout chiamato appartamenti, poi fotografati con macchine fotografiche camera di dimensioni per fare lastre di stampa. Una volta che tutto questo potrebbe essere fatto su un computer, ha eliminato la necessità di questi lavoratori e redattori e paginators prese il sopravvento. PageMaker imitato i compositori giornale modo disposti pagine. Altre aziende facevano a gara per entrare nel mercato desktop publishing. QuarkXPress è stato introdotto due anni dopo, nel 1987.

QXP vs. PageMaker

Fino al 1999, quando InDesign è stato introdotto da Adobe, il mercato si era spostato in gran parte a QXP. Questo è accaduto dopo QXP è stato aggiornato nel 1996 per la versione 3.3 e PageMaker semplicemente non tenere il passo. InDesign costruito quota di mercato lentamente, ma ha una gamba quando QXP è stato lasciato languire per diversi anni fino a quando è stata rilasciata la versione 7. A quel punto, InDesign era diventata parte di Adobe Creative Suite, progettato per essere integrato con tutti gli altri prodotti Adobe, tra cui Illustrator e Photoshop. PageMaker, ora di proprietà di Adobe, a poco a poco è stato gradualmente eliminato.

Vantaggi di InDesign

InDesign ha il vantaggio di lavorare bene con gli altri prodotti Adobe. Prima QXP fatto, InDesign ha permesso l'importazione di grafica con strati e ha permesso che l'utente direttamente file di output per PDF. Ha inoltre introdotto ombreggiature per grafica e testo molto prima QXP. QXP 6 è stato anche molto problema tecnico-incline, che ha permesso di InDesign a fare passi avanti nel mercato. Dal momento che la maggior parte delle case editrici, in particolare giornali, già utilizzate Illustrator e Photoshop, aveva senso per molti di loro di passare a InDesign. Adobe ha anche ha approfittato del fatto che molti cambiavano, rendendo possibile utilizzare i tasti di comando gente sono stati usati per QuarkXPress.

Vantaggi QuarkXPress '

Non importa quanto bene InDesign è, tuttavia, QXP ha ancora il mercato, in gran parte perché è stato lì prima. Quando i lavoratori hanno avuto prima di imparare desktop publishing per la creazione di giornali o libri o riviste, QXP era lì. Proprio come nel Mac vs PC dibattito, anche se il Mac può essere più facile da usare, si blocca di meno e non è suscettibile di virus, gli utenti PC non piace cambiare perché già conoscono il sistema del PC e Windows. Persone che hanno familiarità con QXP pensano allo stesso modo. InDesign può essere più elegante in certi modi e può funzionare meglio direttamente con Illustrator e Photoshop, ma vengono utilizzati per QuarkXPress. Soprattutto per coloro che lavorano con i programmi di desktop publishing per la loro vita, il fattore di rallentamento di imparare InDesign può essere frustrante, anche se gli stessi tasti di comando funzioneranno.

considerazioni

Alla fine, InDesign e QuarkXPress entrambi sono programmi di desktop publishing solidi che essenzialmente fanno la stessa cosa: consentono di design e il layout qualsiasi cosa, da una newsletter o poster per un libro o una rivista. Entrambi hanno una gamma completa di strumenti di pubblicazione e di progettazione ed entrambi consentono di lavorare in tempi relativamente brevi.


Articoli Correlati