Come migliorare le prestazioni Adobe LiveCycle

June 12

Come migliorare le prestazioni Adobe LiveCycle


Esecuzione di Adobe LiveCycle con le impostazioni di fabbrica non può soddisfare le vostre esigenze specifiche. Inoltre, un certo numero di influenze esterne influenzano quanto bene Adobe LiveCycle esegue. Ogni azienda è diverso, quindi messa a punto iniziale e permanente delle prestazioni è necessario per ottimizzare la gestione delle risorse e, infine, per contribuire a migliorare le prestazioni di Adobe LiveCycle.

istruzione

1 Approccio LiveCycle ottimizzazione delle prestazioni dal punto di vista che comprende sia l'applicazione e l'ambiente in cui viene eseguito. Importanti aree di interesse comprendono la progettazione forma, componenti della soluzione, la scelta, la posizione e le dimensioni del server di database, la memoria disponibile sul server di database e applicazioni, le considerazioni del processore, l'architettura delle infrastrutture, la larghezza di banda di rete disponibile, la scalabilità, le impostazioni di configurazione, i sistemi di sicurezza e il desktop infrastruttura.

2 Creare una squadra ottimizzazione delle prestazioni che include un amministratore di database e amministratore di rete. Perché database MySQL e l'ottimizzazione delle prestazioni di rete richiedono conoscenze avanzate e di un insieme di abilità, non si può possedere, entrambi possono essere necessarie per ottimizzare l'ambiente in cui viene eseguito LiveCycle.

3 Utilizzare gli strumenti interni LiveCycle prevede per il monitoraggio e il miglioramento delle prestazioni. Il LiveCycle Health Monitor - accessibile dalla barra del menu principale della console di amministratori - ha sia un sistema e una vista WorkManager. La vista del sistema consente di monitorare fisica e heap di memoria, uso della CPU e grafici storici. La vista WorkManager fornisce statistiche coda di lavoro sui posti di lavoro, flussi di lavoro e gli eventi LiveCycle.

4 Monitorare la dimensione del mucchio - una zona riservata per l'allocazione dinamica della memoria - con JConsole, uno strumento esterno che viene fornito con la piattaforma Java, ed effettuare le regolazioni necessarie dalla console di amministrazione per garantire la sua dimensione è di circa il 20 per cento più grande di quello che LiveCycle è attualmente in uso, ma non più grande della sua dimensione massima gigabyte 2. Ottimizzazione della dimensione dello heap consente di ridurre i requisiti di memoria nella macchina virtuale Java.

5 Regolare la dimensione massima in linea rispetto al valore predefinito di 64 kilobyte di uno che è appena più grande della dimensione del file che si utilizzano più spesso. Questa impostazione, che determina se in memoria di archiviazione dati del documento avviene nel mucchio o in documento globale bagagli, dovrebbe essere bassa per evitare di mettere documenti di grandi dimensioni nel mucchio e innescando garbage collection più frequenti. Se si imposta la dimensione massima in linea a 40K, i documenti che occupano meno di 40 KB di spazio di archiviazione andrà nel mucchio e documenti 40 KB e più grande andrà al GDS. Utilizzare la scheda "Impostazioni" sulla console di amministrazione LiveCycle per spostarsi prima a "Core System" e poi a "Core Configurazioni" per rendere questa regolazione.

6 Analizzare flusso di processo per vedere quanto tempo ogni passo di un processo individuale necessario per eseguire. La scheda Progettazione Processo sul LiveCycle Workbench IDE - ambiente di sviluppo integrato - consente di registrare un processo come corre, gioca di nuovo e quindi visualizzare i risultati delle prestazioni da un file di log. Sta guardando ogni passo come un'azione separata identifica coloro che richiedono messa a punto tramite modifica del codice.


Articoli Correlati