Introduzione ai protocolli di routing

May 13

Un protocollo di routing determina il modo migliore per trasmettere i dati attraverso diversi router attraverso le reti. Si applica parametri, come ad esempio la progettazione della rete, l'affidabilità, la larghezza di banda e carico di traffico, per trovare il miglior percorso possibile.

routing statico

Prima di Internet è diventato diffuso, è stato utilizzato il protocollo di routing statico. Gli indirizzi IP in cui verranno inoltrati i dati sono già codificati dall'amministratore di rete nella tabella di routing. Il lato negativo di routing statico è che non può rispondere facilmente alle reti aggiuntive, perché l'amministratore deve modificare manualmente la tabella di routing prima per accogliere il cambiamento.

Routing dinamico

Quasi tutti i router in tutto il mondo utilizzano il routing dinamico per inoltrare i dati. I router sono in uno stato di ascolto attivo per rilevare eventuali cambiamenti nei router adiacenti. Si aggiornano automaticamente la loro tabella di routing per trovare il percorso migliore per inoltrare i dati.

Distance Vector Protocolli

Distanza vettore è il primo tipo di instradamento dinamico, in cui si trova il percorso migliore in base al numero di dati luppolo porta da un router all'altro. Il percorso migliore è quella con il minor numero di salti. Esempi di protocolli distance vector sono Routing Information Protocol (RIP) e Interior Gateway Routing Protocol (IGRP).

Collegamento protocolli di Stato

stato dei collegamenti, a differenza di distanza vettore, non considera il percorso più breve, come la via migliore per i dati di inoltro. Si ritiene che la velocità di connessione, l'affidabilità e il traffico tra i router per determinare il percorso migliore. Esempi di protocolli link-state sono Open Shortest Path First (OSPF) e Intermediate System-to-Intermediate System (IS-IS).


Articoli Correlati